Le tasse sul reddito

Quando ci si sposta in un nuovo paese le cose di cui preoccuparsi sono inevitabilmente moltissime. Il lavoro è una delle prime e più importanti da affrontare ed ovviamente la tassazione sul reddito è rilevante nel decidere se un posto di lavoro è sufficientemente remunerativo.

In Israele il reddito viene tassato in maniera progressiva indipendentemente dal fatto che si sia lavoratori autonimi o dipendenti. Ogni anno gli scaglioni vengono aggiornati per seguire il ritmo dell’inflazione. Per il 2015 gli scaglioni sono i seguenti

  • fino a 5.270 sheqel/mese la tassazione è al 10%
  • da 5.271 sheqel/mese ai 9.000 sheqel/mese la tassazione è al 14%
  • da 9.001 sheqel/mese ai 13.990 sheqel/mese la tassazione è al 21%
  • da 13.991 sheqel/mese ai 19.980 sheqel/mese la tassazione è al 31%
  • da 19.981 sheqel/mese ai 41.790 sheqel/mese la tassazione è al 34%
  • oltre i 41.791 sheqel/mese la tassazione è al 48%
  • se il reddito mensile supera anche i 67.860 sheqel si aggiunge un ulteriore 2% (per un totale del 50%)


quindi chi guadagnasse un salario lordo di 23.000 sheqel pagherebbe
527+360+1047.9+1856.9+1026.8=4818.6 sheqel al mese di tassa sul reddito per un salario al netto delle tasse di 18181,4 sheqel al mese per una tassazione complessiva di poco inferiore al 21%. Ovviamente da questi vanno detratti anche i versamenti per il fondo pensionistico ed altre tasse minori.

Altri tipi di redditi passivi (azioni, immobiliare) sono invece tassati secondo 3 scaglioni. L

  • fino a 21.240 sheqel/mese la tassazione è al 30%
  • da 21.241 sheqel/mese ai 40.230 sheqel/mese la tassazione è al 33%
  • oltre i 40.231 sheqel/mese la tassazione è al 45%

I crediti fiscali

Tutti i lavoratori godono di un credito “a punti” dove ogni punto, ad oggi, vale 209 sheqel. Un uomo ha, normalmente, 2 punti di credito, mentre una donna 3. Se una coppia con figli sceglie di presentare dichiarazioni separate, la donna ottiene un’olteriore punto di credito per ogni figlio sotto i 18 anni e mezzo punto se nell’anno un figlio è nato o è diventato maggiorenne.

Oltre a questo gli olim hadashim godono di un ulteriore credito fiscale a scalare. Per i primi 18 mesi dall’aliyah godono di uno sconto di 3,5 punti. Dal 19o al 30o mese (i 12 mesi seguenti) il credito scende a 2 punti per ridursi ad un punto per l’anno successivo. Passati 42 mesi dall’immigrazione, l’oleh inizia ad essere sottoposto allo stesso regime fiscale di tutti gli altri cittadini.

Detrazioni per donazioni

E’ possibile detrarre il 35% delle donazioni liberali effettuate ad organizzazioni accreditate presso il ministero delle finanze, per donazioni di un valore compreso tra i 310 ed i 7,636,000 sheqel (valori riferiti al 2010, per il 2011 non sono riuscito a trovare informazioni).

Previdenza Sociale

Un cittadino israeliano paga all’istituto di previdenza sociale (Bituach Leumi) una percentuale che varia tra il 3.5% ed il 12% mentre a carico del datore di lavoro è una percentuale che varia tra il 3,45% ed il 5,90%.

Oltre a questa posizione previdenziale, è praticamente obiqua anche il fondo pensionistico complementare. In questo caso le percentuali possono variano a seconda del profilo scelto dal datore di lavoro (si varia da un minimo del 2.5% ad un massimo dell 8%). Datore di lavoro e lavoratore versano una cifra identica. Entrambe sono esentasse.

Beni immobili ed eredità

I beni immobili e le eredità non sono tassate, ma si paga una tassa sul capital gain nel momento in cui le si dovesse liquidare.

Tutte le informazioni sono state estratte dall’articolo “Personal tax rates for 2001” di Leon Harris, apparso sul Jerusalem Post del 12 aprile 2001

edoardo

About edoardo

Dopo essermi convertito e sposato nel 2008, ho fatto l'aliyah nel 2009. Da allora cerco di condividere le informazioni che ho riguardo l'aliyah.

2 thoughts on “Le tasse sul reddito

  1. Se non sbaglio in Italia l’IRPEF si paga sulla cifra al netto dei contributi pensionistici, per cui non so se il Fisco israeliano sia poi molto diverso dal nostro (che, a mio avviso, non è poi così esoso verso chi non è ricchissimo).
    Una cosa che mi ha sorpreso è che negli annunci di lavoro vi siano offerte solo relative al settore terziario, dunque in Israele non vi sono imprese manifatturiere?

  2. La questione non è come venga calcolata la tassazione, ma l’esito finale della stessa. Ti grantisco che dal lordo alla fin fine viene detratto molto meno che in Italia. Poi ci sono le tassazioni indirette, ma si entra in tutt’altro campo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *