Le agevolazioni per gli studenti

La legge sul obbligo scolastico prevede che non ci siano tasse d’iscrizione per la durata del obbligo scolastico che va dai 5 ai 18 anni. Ovviamente le spese per l’acquisto dei libri di testo e dei materiali didattici rimangono a carico delle famiglie. Ai genitori può essere richiesto di partecipare anche ad altre spese per attività svolte dalle scuole quali ad esempio le gite e le attività culturali extracurricolari (concerti, spettacoli treatrali ed altre attività aggiuntive).

Sul sito del ministero per l’educazione è possibile trovare informazioni su questo genere di spese.

Studenti immigrati da soli, famiglie con un unico genitore, e famiglie con un basso reddito posso ottenere diversi sconti e riduzioni.

Studenti Immigrati

Gli studenti che siano anche immigrati hanno diritto ad un assistenza economica, ad un supporto di tutorato e facilitazioni durante gli esami.

Per questi studenti è prevista una partecipazione alle spese legate al acquisto dei libri, alle tasse di iscrizioni (ove dovute), alle spese di partecipazione alle visite culturali ed alle gite. Vengono erogate direttamente dal Ministero per l’educazione tramite la scuola.

I presidi sono tenuti ad informare le famiglie sulle agevolazioni disponibili ed hanno la responsabilità di verificare che vengano utilizzate in maniera adeguata. Qualora la scuola dovesse addebitare costi coperti dalle agevolazioni, la stessa provvederà al rimborso una volta ricevuti i fondi dal Ministaro.

Hanno diritto a questo tipo di sussidi tutti gli studenti che abbiano siano immigrati entro gli ultimi tre anni scolastici obbligatori.

L’ entità dei sussidi è legata al tipo di scuola frequentata, dall’anzianità di immigrazione e dal paese di origine.

Assistenza per famiglie numerose, con basso reddito e genitori single

Famiglie che abbiano più figli in età scolastica, famiglie con un solo genitore e famiglie con reddito basso possono aver titolo ad usufruire di ulteriori agevolazioni.

Anche studenti che abitino in determinati insediamenti particolarmente svantaggiati possono ricevere ulteriori aiuti.

Le famiglie composte da un solo genitore hanno diritto ad un aiuto erogato dal Istituto Pensionistico (Bituach Leumi) per l’acquisto dei testi di libro e dei materiali didattici. Viene erogato una volta l’anno nel mese di Agosto. Per usufruire di questo sussidio occorre contattare il più vicino ufficio della Bituach Leumi.

Tutoring

Considerate le difficoltà che possono incontrare gli studenti frequentando una scuola in lingua diversa da quella madre, vengono organizzate attività di toutoring (in italiano le definiremmo di “recupero”) con lo scopo di aiutare i ragazzi a colmare le lacune ed a raggiungere il livello dei propri compagni.

L’ammontare delle ore di toutoring erogate viene deciso a livello di istituto scolastico ed è legato al numero di studenti immigrati che ne devono usufruire. Maggiore è il numero di studenti, maggiore sarà il monte ore a disposizione. Le lezioni di toutoring sono normalmente svolte in gruppi di studenti.

Gli studenti che si avvicinino agli esami di baghrout hanno diritto ad un monte di toutoring ore supplementare.

Agevolazioni per gli esami

Gli studenti che siano immigrati dopo l’età di 15 anni (10a classe) hanno diritto, per i 10 anni successivi la data di aliyah, ad un estensione della durata degli esami di matricolazione di 15 minuti per ogni ora di durata regolare del esame.

  • Per gli esami delle materie fondamentali (studi biblici, letteratura, storia, educazione civica, matematica) gli studenti possono scegilere di essere esaminati con l’ uso di libri in lingue diverse dal ebraico (arabo, russo, francese, inglese, spagnolo).
  • Analoga possibilità è offerta per le materie di indirizzo (quali ad esempio informatica, fisica, chimica, elettronica…)
  • Per i primi 4 anni gli studenti possono sostenere gli esami nella propria lingua madre (da verificare se questo includa anche l’italiano a seguito dei recenti accordi bilaterali Italia-Israele). Passati i 4 anni possono continuare ad usare i libri di testo in lingue diverse, ma dovranno sostenere gli esami in ebraico.
  • Per gli esami di diploma, agli studenti immigrati vengono accreditati 10 punti supplementari, ad esclusione degli immigrati anglofoni. Durante gli esami è permesso l’uso di dizionari nella propria lingua madre.
  • Lo studente immigrato può scegliere la propria lingua madre come prima lingua stranera per la quale sostenere gli esami di diploma. Gli verranno conteggiate da 3 a 5 unità didattiche. A certe condizioni si può essere esentati dal sostenere l’esame di inglese.
  • L’uso del dizionario in lingua straniera è permesso in tutti gli esami tranne quelli per la lingua straniera qualora si sia scelta la propria lingua madre.
  • E’ concesso l’uso di una bibbia tradotta per l’esme di studi biblici.
edoardo

About edoardo

Dopo essermi convertito e sposato nel 2008, ho fatto l'aliyah nel 2009. Da allora cerco di condividere le informazioni che ho riguardo l'aliyah.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *